[display_podcast] (voce di Luca Grandelis)

«Quale intervento educativo per i genitori meno equipaggiati dal punto di vista culturale, più fragili dal punto di vista psicologico, che vivono nei contesti sociali più sfavoriti? Un intervento che sostenga, non imponga e non modellizzi perché non si può davvero più pensare, nella nostra società postmoderna, che ci sia un unico modo, universalmente valido, di educare i bambini, e quindi di formare i loro genitori. Molto però si può fare per rinforzare la loro forza, sostenere la loro fatica, la loro creatività, la loro voglia di progredire».

Un kit dell’editrice Erickson completo di libro (100 pp.), di DVD, di oltre 200 carte illustrate utilizzabili da educatori, operatori psicosociali, insegnanti e formatori per il sostegno a tutti i genitori con figli da 0 a 11 anni in situazioni «a rischio», con deficit (ad es. intellettivo) o con una sindrome particolare (ad es., ADHD) o anche semplicemente con quei genitori che vivono in una situazione di «normalità» ma hanno voglia di confrontarsi sul loro ruolo.


S. Lavigneur, S. Coutu e D. Dubeau, Sostenere la genitorialità. Strumenti per rinforzare le competenze educative, ed. Erickson, 2011, euro 55. Libro+DVD+schede a colori indivisibili. Edizione italiana a cura di P. Milani, S. Serbati e M. Ius.

Articolo precedenteLe lacrime di Nietzsche, romanzo biografico di Irvin Yalom
Articolo successivoRecensione di “Filosofia. Corso di sopravvivenza” di Girolamo de Michele
Laureato in scienze dell'informazione e in filosofia, gestisco il sito ufficiale in italiano del filosofo francese Maurice Bellet. Ho collaborato con l'Opera Omnia in italiano di Raimon Panikkar. Sono redattore della rivista online «Filosofia e nuovi sentieri» e membro dell'associazione di scrittori «NapoliNoir». Ho pubblicato in volume i saggi: – Scienza e paranormale nel pensiero di Rupert Sheldrake (Progedit, 2020); – Ivan Illich. Il mondo a misura d'uomo (Pazzini, 2018); – La verità cammina con noi. Introduzione alla filosofia e alla scienza dell'umano di Maurice Bellet (Il Prato, 2014); – Le cose si toccano. Raimon Panikkar e le scienze moderne (Diabasis, 2011) e 5 libri di narrativa noir: – Troppa verità (2021), romanzo noir di Bertoni editore (2021); – L'albergo o del delitto perfetto (2020), sulla manipolazione affettiva e la violenza di genere, edito da Iacobelli; – L'abiezione (2018) e L'intransigenza (2015), romanzi della collana "I gialli del Dio perverso", edita da Il Prato, ispirati alla teologia di Maurice Bellet; – C'è un sole che si muore (Il Prato, 2016), antologia di racconti gialli e noir ambientati a Napoli (e dintorni), curata insieme a Diana Lama.