[display_podcast] (voce di Luca Grandelis)

«Faccio l’insegnante di sostegno e credo che sia un lavoro fantastico. Le fatiche, le tribolazioni, la paura e la noia ogni tanto ritornano, ma sono niente rispetto alla soddisfazione di un percorso di integrazione che ha avuto successo. niente di fronte allo sguardo dei colleghi e degli alunni di una classe che condividono con te quel successo e quella soddisfazione, dopo aver lavorato duramente per poterli realizzare».

Il sostegno è un caos calmo nasce dall’esperienza personale di Carlo Scataglini, insegnante specializzato di L’Aquila e formatore sulle metodologie di recupero e di sostegno. E dall’idea di raccontare la scuola e il lavoro dell’insegnante di sostegno dal punto di vista di chi lo fa, tra difficoltà e ostacoli, ma anche successi e soddisfazioni. Nella convinzione che ciò che rimane, alla fine, è l’emozione vissuta, cui non si rinuncerebbe per niente al mondo. Perché per faticosa che possa essere la scuola, ne vale sempre la pena.


C. Scataglini, Il sostegno è un caos calmo. E io non cambio mestiere, ed. Erickson, 2012, pp. 110, euro 13.

Articolo precedenteStefano Terra: «Alessandra», 1974
Articolo successivoMatteo Veronesi ed Elisabetta Brizio. Su Ipotesi di donna di Patrizia Garofalo
Laureato in scienze dell'informazione e in filosofia, gestisco il sito ufficiale in italiano del filosofo francese Maurice Bellet. Ho collaborato con l'Opera Omnia in italiano di Raimon Panikkar. Sono redattore della rivista online «Filosofia e nuovi sentieri» e membro dell'associazione di scrittori «NapoliNoir». Ho pubblicato in volume i saggi: – Scienza e paranormale nel pensiero di Rupert Sheldrake (Progedit, 2020); – Ivan Illich. Il mondo a misura d'uomo (Pazzini, 2018); – La verità cammina con noi. Introduzione alla filosofia e alla scienza dell'umano di Maurice Bellet (Il Prato, 2014); – Le cose si toccano. Raimon Panikkar e le scienze moderne (Diabasis, 2011) e 5 libri di narrativa noir: – Troppa verità (2021), romanzo noir di Bertoni editore (2021); – L'albergo o del delitto perfetto (2020), sulla manipolazione affettiva e la violenza di genere, edito da Iacobelli; – L'abiezione (2018) e L'intransigenza (2015), romanzi della collana "I gialli del Dio perverso", edita da Il Prato, ispirati alla teologia di Maurice Bellet; – C'è un sole che si muore (Il Prato, 2016), antologia di racconti gialli e noir ambientati a Napoli (e dintorni), curata insieme a Diana Lama.