[display_podcast] (voce di SopraPensiero)

Francesco Raimondi, studente universitario e scacchista di buon livello, si trova in Romagna per un torneo. Di fronte a lui il dottor Zamboni, agguerrito e degno avversario. Chi vincerà il primo premio da mille euro? In fin dei conti conta poco: per uno scacchista conta di più analizzare la partita alla fine, giocare un paio di blitz, e aspirare – nel peggiore dei casi – a una rivincita. Magari diventare amici: si fa presto a entrare in confidenza quando si è entrambi appassionati delle 64 case. Perciò, quando il dottore lo invita a passare la notte a casa sua e a prendere il treno l’indomani, Francesco non riesce a dire di no; lui, laureando in odontoiatria, non ha una grossa fretta di tornare a casa. Tanto vale accettare il benevolo invito a cena a casa del grande dentista […]
Roberto Carboni è ulteriormente maturato rispetto al precedente Bologna destinazione notte. Questo suo ultimo noir, sebbene possa far venire in mente – visto da lontano – Un bacio prima di morire di Ira Levin, è un’opera originale e l’autore conferma il suo stile caratteristico (col rovesciamento delle situazioni e i colpi di scena a catena nel finale). Tenero quanto basta (con la donna che riesce a percepire nel buio silenzioso il battito cardiaco del suo uomo) e grintosamente ma non eccessivamente osé (la scena di sesso a tre sul divano è il sogno di ogni lettore) con tante piccole pregevoli rifiniture: da lui che dice di voler fare l’odontoiatra e l’altro per la sorpresa […] spalanca la bocca, al doppio senso della frase di chiusura.


R. Carboni, Il dentista. I delitti delle sette chiese, ed. Fratelli Frilli, 2014, pp. 224, euro 9,90.

Articolo precedenteLa cavalcata di Renzi. Le vignette di Vincino in un libro Cairo
Articolo successivoSull’inutilità della destra. Un saggio Solfanelli di Luigi Iannone
Laureato in scienze dell'informazione e in filosofia, gestisco il sito ufficiale in italiano del filosofo francese Maurice Bellet. Ho collaborato con l'Opera Omnia in italiano di Raimon Panikkar. Sono redattore della rivista online «Filosofia e nuovi sentieri» e membro dell'associazione di scrittori «NapoliNoir». Ho pubblicato in volume i saggi: – Scienza e paranormale nel pensiero di Rupert Sheldrake (Progedit, 2020); – Ivan Illich. Il mondo a misura d'uomo (Pazzini, 2018); – La verità cammina con noi. Introduzione alla filosofia e alla scienza dell'umano di Maurice Bellet (Il Prato, 2014); – Le cose si toccano. Raimon Panikkar e le scienze moderne (Diabasis, 2011) e 5 libri di narrativa noir: – Troppa verità (2021), romanzo noir di Bertoni editore (2021); – L'albergo o del delitto perfetto (2020), sulla manipolazione affettiva e la violenza di genere, edito da Iacobelli; – L'abiezione (2018) e L'intransigenza (2015), romanzi della collana "I gialli del Dio perverso", edita da Il Prato, ispirati alla teologia di Maurice Bellet; – C'è un sole che si muore (Il Prato, 2016), antologia di racconti gialli e noir ambientati a Napoli (e dintorni), curata insieme a Diana Lama.