Miei soavi lettori, a quanto pare Vincenzo e Rossella sono riusciti a compiere l’impresa, ma davvero filerà tutto liscio? Oppure, come dice la Legge di Murphy, se qualcosa può andare male… D’altronde nella vita si supera qualche battaglia, in pochissimi vincono la guerra. I nostri eroi saranno tra quei pochissimi?

R. E.

15

Imboccata una via sterrata arrivano, dopo qualche chilometro, a un cancello scuro, l’ingresso alla campagna di Vincenzo.
– Hai già in mente un nascondiglio? – chiede Rossella.
– Temporaneo, perché non abbiamo molto tempo, visto che tra un’ora comincerà già ad arrivare qualcuno. Domani notte torniamo con più calma e scaviamo una bella buca dove ficcare dentro i borsoni.
Si fermano in corrispondenza di un piccolo capanno degli attrezzi. All’interno un’accozzaglia di vari oggetti da azienda viticola, fiocamente illuminati da una giallastra lampadina calante dal soffitto.
Vincenzo sposta un pesante baule, scoprendo così il manico arrugginito, avvitato al pavimento, dello sportello di un ulteriore spazio di stoccaggio, in cui sono riposte delle cerate. Nascosti i borsoni sotto le tele richiudono il ripostiglio.
– Non c’è rischio che qualcuno li scopra? – chiede Rossella.
– No, a meno che non si metta a grandinare. Comunque, come ti ho detto, domani notte li sposteremo. Perché quella faccia, non ti fidi?
– Non è questo…
– Cos’è?
– Mi mette un po’ di strizza tornare tra qualche ora alla Tramontana.
– Se non lo facessi, finiresti per direttissima nella lista dei sospettati.
– Lo so! Non ho detto che non ci andrò, solo che la cosa non mi fa saltare di gioia!
Vincenzo, intenerito, le accarezza una guancia. – Non devi avere paura, ormai ce l’abbiamo fatta, nessuno sa che i soldi sono in mano nostra. Adesso si tratta solo di mantenere il sangue freddo per un po’, ma io direi che per un milione di euro può valerne la pena, non credi?
– E beh, credo proprio di sì! – ride, quindi, con voce flautata: – Senti, ma… quanto tempo hai detto che abbiamo prima che spuntino i primi rompi palle?
– Troppo poco.
– Su, non fare il frigido… questa storia mi ha messo addosso una gran sete, sai?
– Rossella, no, davvero, rischiamo che… ah… ok… uauuuuuuuuu…

CONTINUA… martedì 21 novembre 2017 con il sedicesimo capitolo!

Copyright © 2017 – Renato Esposito. È vietata ogni duplicazione, anche parziale, non autorizzata.