[display_podcast] (voce di SopraPensiero)

Tocca prepararsi. Dev’essere tutto perfetto. D’altronde, se inviti a cena «Il Perfetto», non puoi non esserne all’altezza. E ora Dio sta per arrivare. A momenti busserà. Domanda cruciale: la carne sarà permessa? Ma poi era stato tutto così facile: un messaggio in chat via FaceBook. E Lui aveva accettato subito, senza farsi pregare […] Mattinata tra amici, al bar, con vodka e panna sintetica. «Finta», se si preferisce. Non è che si possa pretendere di più, se si è già abbastanza fortunati da aver scampato l’ultima guerra nucleare. Non per questo, però, ci si deve poi rassegnare a morire di noia: così, quando viene fuori – tra chiacchiere e spinelli – di andare a riprendersi «l’Olonnese», con le buone o con le cattive, l’idea sembra perfino attraente, proprio come una missione suicida… «Spinaceto: sono stati segnalati sciami di ratti in fuga in via Ettore Arena»: è la radio che lo annuncia. Bel problema per una città come Roma, che non avrebbe bisogno di aggiungerne un altro ai mille che ha già. E mentre i più intellettuali litigano su quanto si tratti di una punizione divina per la cattiva coscienza dell’uomo, ovvero soltanto di una questione da affrontare scientificamente, la situazione si fa critica: sarà pur vero che le problematiche ci saranno in eterno, ma il problema va risolto subito […]
Ciò che trasuda da questa antologia, fin dalla prima pagina, è l’entusiasmo. Quello degli organizzatori del XXI Trofeo RiLL (Riflessi di Luce Lunare), riservato ai racconti fantastici, giunti con questa alla tredicesima pubblicazione in volume; e quello degli autori, che hanno partecipato in tanti (anche da oltreoceano) con contributi di qualità e originali (pur nell’inevitabile ricorrere di qualche tema: come la mistificazione del cibo, l’olografia, la divinità). Tra chi la butta in metafisica e chi fa il verso al cyberpunk di Sterling e Gibson, le storie sono godibili e ironiche fino a momenti di ilarità. Il libro è diviso in tre sezioni: 1. contenente i primi cinque classificati; 2. con dei racconti premiati dall’estero, nell’ambito di concorsi con i quali RiLL interagisce; 3. «Sfida», nella quale rientrano gli autori già premiati in edizioni precedenti, «costretti» a scrivere storie con vincolo (in questa edizione era: «Una perfetta esecuzione»). Insomma, un’opera composita che rivela un lavoro di sfondo articolato e ben fatto. Contiene l’estratto del Bando della XXII edizione (scadenza: 21 marzo 2016).


AA.VV., Non di solo pane, ed. Wild Boar, 2015.

Articolo precedenteTerra piena
Articolo successivoNatale 2015: le novelle dei Grimm regalate dai volontari di Liber Liber
Laureato in scienze dell'informazione e in filosofia, gestisco il sito ufficiale in italiano del filosofo francese Maurice Bellet. Ho collaborato con l'Opera Omnia in italiano di Raimon Panikkar. Sono redattore della rivista online «Filosofia e nuovi sentieri» e membro dell'associazione di scrittori «NapoliNoir». Ho pubblicato in volume i saggi: – Scienza e paranormale nel pensiero di Rupert Sheldrake (Progedit, 2020); – Ivan Illich. Il mondo a misura d'uomo (Pazzini, 2018); – La verità cammina con noi. Introduzione alla filosofia e alla scienza dell'umano di Maurice Bellet (Il Prato, 2014); – Le cose si toccano. Raimon Panikkar e le scienze moderne (Diabasis, 2011) e 5 libri di narrativa noir: – Troppa verità (2021), romanzo noir di Bertoni editore (2021); – L'albergo o del delitto perfetto (2020), sulla manipolazione affettiva e la violenza di genere, edito da Iacobelli; – L'abiezione (2018) e L'intransigenza (2015), romanzi della collana "I gialli del Dio perverso", edita da Il Prato, ispirati alla teologia di Maurice Bellet; – C'è un sole che si muore (Il Prato, 2016), antologia di racconti gialli e noir ambientati a Napoli (e dintorni), curata insieme a Diana Lama.