[display_podcast] (voce di SopraPensiero)

Tutto va per il meglio nella valle dei mulini fino a quando, un bel giorno – ma meglio si direbbe: un «brutto» giorno – le macchine perfette arrivano e tutto cambia: niente più creatività, niente più imprevisti, niente più lavoro da fare per gli abitanti. Perfino il vento scompare, lasciando i mulini fermi e inutili. Con la loro perfezione le macchine non hanno portato solo l’efficienza nella valle, ma anche la noia. Come fare per recuperare il gusto della vita e, soprattutto, per restituire agli uomini i loro sogni?
La valle dei mulini, di Noella Blanco e Valeria Docampo, è un bel libro per bambini, soprattutto nelle suggestive illustrazioni (mentre la narrazione, a tratti didascalica, rimane impressa e fa riflettere). Formato 25×25, rilegato a filo, in una bella edizione Terre di mezzo.


N. Blanco, V. Docampo, La valle dei mulini, ed. Terre di mezzo, 2013, pp. 36, euro 15.

Articolo precedenteApprendimento e tecnologia. Un nuovo libro Erickson di Roberto Gris
Articolo successivoRYB: la bici libro (o il libro con le ruote…)
Laureato in scienze dell'informazione e in filosofia, gestisco il sito ufficiale in italiano del filosofo francese Maurice Bellet. Ho collaborato con l'Opera Omnia in italiano di Raimon Panikkar. Sono redattore della rivista online «Filosofia e nuovi sentieri» e membro dell'associazione di scrittori «NapoliNoir». Ho pubblicato in volume i saggi: – Scienza e paranormale nel pensiero di Rupert Sheldrake (Progedit, 2020); – Ivan Illich. Il mondo a misura d'uomo (Pazzini, 2018); – La verità cammina con noi. Introduzione alla filosofia e alla scienza dell'umano di Maurice Bellet (Il Prato, 2014); – Le cose si toccano. Raimon Panikkar e le scienze moderne (Diabasis, 2011) e 5 libri di narrativa noir: – Troppa verità (2021), romanzo noir di Bertoni editore (2021); – L'albergo o del delitto perfetto (2020), sulla manipolazione affettiva e la violenza di genere, edito da Iacobelli; – L'abiezione (2018) e L'intransigenza (2015), romanzi della collana "I gialli del Dio perverso", edita da Il Prato, ispirati alla teologia di Maurice Bellet; – C'è un sole che si muore (Il Prato, 2016), antologia di racconti gialli e noir ambientati a Napoli (e dintorni), curata insieme a Diana Lama.