[display_podcast] (voce di SopraPensiero)

«Mai lo avrei pensato, si disse, solo qualche anno fa. Qualcosa è cambiato dentro di me, come faccio a ipotizzare che sia davvero colpevole? Non lo credo davvero, si rispose guardandosi nel vetro gentile della finestra spalancata. Non lo posso credere, ho solo paura. Paura di che? E poi sentì un rumore alle sue spalle».
 

Il sostituto procuratore della Repubblica Arianna Esposito avrebbe già abbastanza problemi, con le difficoltà del riacclimatarsi a Napoli dopo i cinque anni passati a Modena, e con la proposta dell’attempato zio di fargli da testimone di nozze… quando sulla sua scrivania piomba l’ultima pratica che avrebbe voluto vedere: il caso del suo professore di liceo, accusato di avere una relazione con una studentessa. Che fare? Rinunciare al caso per manifesta incompatibilità, o approfittare dell’occasione per vedere chiaro sulla faccenda e sul suo stesso passato? Un noir ambientato nel capoluogo partenopeo, dal linguaggio senza mezzi termini, dalle descrizioni esplicite (anche nel sesso) e dai dialoghi con la battuta pronta. In una bella edizione Homo Scrivens con bandelle, nella collana “Dieci” diretta da Aldo Putignano.


F. Gerla, La testimone, ed. Homo Scrivens, 2014, pp. 208, euro 14.

Articolo precedenteKafka e il digiunatore. Un libro Nutrimenti di Raoul Precht
Articolo successivoLa storia e l’invenzione. Scritti filosofici di Alessandro Manzoni
Laureato in scienze dell'informazione e in filosofia, gestisco il sito ufficiale in italiano del filosofo francese Maurice Bellet. Ho collaborato con l'Opera Omnia in italiano di Raimon Panikkar. Sono redattore della rivista online «Filosofia e nuovi sentieri» e membro dell'associazione di scrittori «NapoliNoir». Ho pubblicato in volume i saggi: – Scienza e paranormale nel pensiero di Rupert Sheldrake (Progedit, 2020); – Ivan Illich. Il mondo a misura d'uomo (Pazzini, 2018); – La verità cammina con noi. Introduzione alla filosofia e alla scienza dell'umano di Maurice Bellet (Il Prato, 2014); – Le cose si toccano. Raimon Panikkar e le scienze moderne (Diabasis, 2011) e 5 libri di narrativa noir: – Troppa verità (2021), romanzo noir di Bertoni editore (2021); – L'albergo o del delitto perfetto (2020), sulla manipolazione affettiva e la violenza di genere, edito da Iacobelli; – L'abiezione (2018) e L'intransigenza (2015), romanzi della collana "I gialli del Dio perverso", edita da Il Prato, ispirati alla teologia di Maurice Bellet; – C'è un sole che si muore (Il Prato, 2016), antologia di racconti gialli e noir ambientati a Napoli (e dintorni), curata insieme a Diana Lama.