[display_podcast] (voce di SopraPensiero)

«Ma come mai il conte non rientrava da tre giorni? Questo era allarmante! Se un uomo non si vede in giro per molto tempo, la prima cosa cui si pensa non è la morte, ma che stia a casa ammalato o per altre ragioni. Invece mancava proprio da casa sua! Tutto ciò era inquietante. Quale poteva essere il motivo? Era veramente morto? Mentre i due ancora discutevano, da lontano si udì la voce forte e chiara di un castagnaio che diceva con la testa bassa e il volto pallido: «Un soldo a coppitiello e quell’amico dorme ancora!»»

Raffaele Allegretti, venticinquenne napoletano alla sua prima impresa narrativa, consegna un noir d’ambientazione ottocentesca in cui l’improvvisa scomparsa di un notabile è solo il primo di una serie di eventi delittuosi che collegano tra loro i protagonisti. Scritto con un linguaggio che preferisce la chiarezza alla fluidità e la precisione al ritmo (e che forse risente un po’ del twist teatrale dell’autore – ma, ehi: è un’opera prima!), Il mistero di Piazza Mercato si fa notare per la notevole e inconsueta padronanza del dialetto napoletano e per la forma complessiva, pulita e solida.


R. Allegretti, Il mistero di Piazza Mercato, ed. Pironti, 2015.

Articolo precedente«Fascismo e democrazia» di Silvio Trentin
Articolo successivoSpock (Star Trek) torna in un documentario
Laureato in scienze dell'informazione e in filosofia, gestisco il sito ufficiale in italiano del filosofo francese Maurice Bellet. Ho collaborato con l'Opera Omnia in italiano di Raimon Panikkar. Sono redattore della rivista online «Filosofia e nuovi sentieri» e membro dell'associazione di scrittori «NapoliNoir». Ho pubblicato in volume i saggi: – Scienza e paranormale nel pensiero di Rupert Sheldrake (Progedit, 2020); – Ivan Illich. Il mondo a misura d'uomo (Pazzini, 2018); – La verità cammina con noi. Introduzione alla filosofia e alla scienza dell'umano di Maurice Bellet (Il Prato, 2014); – Le cose si toccano. Raimon Panikkar e le scienze moderne (Diabasis, 2011) e 5 libri di narrativa noir: – Troppa verità (2021), romanzo noir di Bertoni editore (2021); – L'albergo o del delitto perfetto (2020), sulla manipolazione affettiva e la violenza di genere, edito da Iacobelli; – L'abiezione (2018) e L'intransigenza (2015), romanzi della collana "I gialli del Dio perverso", edita da Il Prato, ispirati alla teologia di Maurice Bellet; – C'è un sole che si muore (Il Prato, 2016), antologia di racconti gialli e noir ambientati a Napoli (e dintorni), curata insieme a Diana Lama.