[display_podcast] (voce di SopraPensiero)

Milano e dintorni. Gente che pesca nel Naviglio: a guardare il colore dell’acqua, c’è da non credere che ci sia chi mangi ancora quel pesce. Poi c’è lo scippo. E l’omicidio, con tanto di sicario. E il tizio che lavora al fast-food ma sta mettendo da parte i soldi per andarsene a Londra (dove, con ogni probabilità, finirà per mettersi a lavorare in un altro fast-food). Poi c’è la femme fatale dal neo tirabaci, proprio all’angolo della bocca; quella che ci sta e ti mostra le mutandine con la scritta «Mangiami»; la dark incontrata per caso. Ma poi, il caso, esiste davvero? Non è che forse – tra una canna e una sbronza in discoteca – stiano tutti aspettando che arrivi il giorno della iena?
Romanzo breve e rapido questo di Stefano Lorefice, autore che ha già al suo attivo diverse pubblicazioni. Si legge d’un fiato, talvolta con qualche difficoltà a mantenere il filo, perché l’incastro cui obbliga la narrazione è complesso. Ma ben scritto e con una esplicita inclinazione a strappare la risata all’improvviso. Un unico appunto: l’innesto della filosofia – per la verità abbastanza poco invasivo da non alterare il ritmo – non funziona, e non suscita qui l’effetto che probabilmente vorrebbe ottenere (quello di Tibor Fischer in La gang del pensiero). D’altro canto lo stile – già abbastanza personale e maturo – non ne ha bisogno.


S. Lorefice, Il giorno della iena, ed. Giraldi, 2014, pp. 110, euro 10.

Articolo precedenteAllena-mente. Un libro Erickson con 200 giochi per bambini
Articolo successivoGli dei del capitalismo. Un saggio filosofico Mimesis di Maria Grazia Turri
Laureato in scienze dell'informazione e in filosofia, gestisco il sito ufficiale in italiano del filosofo francese Maurice Bellet. Ho collaborato con l'Opera Omnia in italiano di Raimon Panikkar. Sono redattore della rivista online «Filosofia e nuovi sentieri» e membro dell'associazione di scrittori «NapoliNoir». Ho pubblicato in volume i saggi: – Scienza e paranormale nel pensiero di Rupert Sheldrake (Progedit, 2020); – Ivan Illich. Il mondo a misura d'uomo (Pazzini, 2018); – La verità cammina con noi. Introduzione alla filosofia e alla scienza dell'umano di Maurice Bellet (Il Prato, 2014); – Le cose si toccano. Raimon Panikkar e le scienze moderne (Diabasis, 2011) e 5 libri di narrativa noir: – Troppa verità (2021), romanzo noir di Bertoni editore (2021); – L'albergo o del delitto perfetto (2020), sulla manipolazione affettiva e la violenza di genere, edito da Iacobelli; – L'abiezione (2018) e L'intransigenza (2015), romanzi della collana "I gialli del Dio perverso", edita da Il Prato, ispirati alla teologia di Maurice Bellet; – C'è un sole che si muore (Il Prato, 2016), antologia di racconti gialli e noir ambientati a Napoli (e dintorni), curata insieme a Diana Lama.