[display_podcast] (voce di Luca Grandelis)

Uno strano silenzio. Siamo soli nell’universo? (ed. Codice, 2012) è un libro serio, equilibrato, documentato e ben scritto, come tutti i libri di Paul Davies, che cerca di rispondere in maniera scientifica alla domanda: esiste vita aliena? L’ho ricevuto gentilmente dall’editore Codice via BookRepublic (che organizza con molta semplicità il download dell’e-book, dopo avervi inserito un exlibris personalizzato) e l’ho letto tramite l’ePub-reader add-on di Mozilla Firefox: ecco in breve la mia esperienza.
ePubReader è facile da installare e da utilizzare ed è personalizzabile quanto basta. Tuttavia la lettura non è agevole come si spererebbe (forse la mia difficoltà è imputabile alla mancanza di familiarità con i libri elettronici):
– si inciampa in improvvisi «a capo», con lettera minuscola, evidentemente errati (non ho modo di sapere se il problema sia presente anche nel libro stampato);
non si riesce a risalire al numero di pagina originale (problema non secondario, in particolare per le citazioni; alla domanda che gli ho rivolto via mail l’autore mi ha risposto dopo 3 giorni che questo problema è insito nel formato .epub, che non contiene i numeri di pagina originali);
– se clicchi su una qualunque nota nel testo, non vieni rimandato alla corrispondente nota a piè di pagina, ma alla prima pagina delle note. Quando riclicchi sulla corrispondente nota a piè di pagina, non torni al punto in cui stavi leggendo, ma all’inizio del capitolo;
– le note a piè di pagina vengono stampate nel testo a volte in apice, altre volte in testo normale (e manca la quarta di copertina).
Ci sono poi alcuni limiti intrinseci di quel lettore (che comunque è gratuito), come la possibilità di impostare un solo segnalibro o la impossibilità di aggiungere annotazioni (il che, ancora una volta, lo rende inadatto a una lettura scientifica).
In definitiva, un’equivalenza (non dico con una corrispondenza biunivoca, ma almeno con una simmetria con pro e contro da entrambi i lati) credo sia ancora lontana. Continuo a ritenere (so che è facile dirlo, dal punto di vista del lettore; diversa sarà evidentemente la prospettiva degli editori) che gli e-book dovrebbero costare molto, ma molto di meno dei libri stampati. E comunque molto meno di quello che costano ora (il prezzo medio pare ancora gravitare intorno agli 11 euro).

Articolo precedenteCorso “Il diritto d’autore in biblioteca e videoteca. Le privative e il regime delle eccezioni ai diritti”
Articolo successivoScuola e nuove tecnologie
Laureato in scienze dell'informazione e in filosofia, gestisco il sito ufficiale in italiano del filosofo francese Maurice Bellet. Ho collaborato con l'Opera Omnia in italiano di Raimon Panikkar. Sono redattore della rivista online «Filosofia e nuovi sentieri» e membro dell'associazione di scrittori «NapoliNoir». Ho pubblicato in volume i saggi: – Scienza e paranormale nel pensiero di Rupert Sheldrake (Progedit, 2020); – Ivan Illich. Il mondo a misura d'uomo (Pazzini, 2018); – La verità cammina con noi. Introduzione alla filosofia e alla scienza dell'umano di Maurice Bellet (Il Prato, 2014); – Le cose si toccano. Raimon Panikkar e le scienze moderne (Diabasis, 2011) e 5 libri di narrativa noir: – Troppa verità (2021), romanzo noir di Bertoni editore (2021); – L'albergo o del delitto perfetto (2020), sulla manipolazione affettiva e la violenza di genere, edito da Iacobelli; – L'abiezione (2018) e L'intransigenza (2015), romanzi della collana "I gialli del Dio perverso", edita da Il Prato, ispirati alla teologia di Maurice Bellet; – C'è un sole che si muore (Il Prato, 2016), antologia di racconti gialli e noir ambientati a Napoli (e dintorni), curata insieme a Diana Lama.