[display_podcast] (voce di SopraPensiero)

Splendido. Non si aggiungerebbe altro se bastasse a rendere le tante sfumature di bellezza e d’interesse di Hilda e il troll di Luke Pearson (ed. Bao Publishing). Dalla bambina col cappello da pittrice che vuol ritrarre la natura alla notte passata in tenda sotto la pioggia, dal rapporto controverso con «l’omino di legno», all’incontro con il troll, verso un finale che vedrà evolvere la paura in amicizia (o forse no).
Interamente illustrato a colori su tavole di grande formato e rifinito con cura in ogni dettaglio (fino alla tela del dorsetto), Hilda e il troll è un inno per bambini all’imprevisto e alle sue possibilità, che allude di continuo alla ricchezza di una vita vissuta fuori dalla pretesa di possedere e controllare ogni cosa. Visionario ma garbato e tenero senza essere buonista, Hilda e il troll è una lettura che piacerà a tutti i bambini (e anche a molti grandi). Assolutamente consigliato.


Luke Pearson, Hilda e il troll, ed. Bao Publishing, 2013, pp. 40, euro 14.

Articolo precedenteMomento X
Articolo successivoNuovi ePub: «Il fu Mattia Pascal», «I Malavoglia» e altri
Laureato in scienze dell'informazione e in filosofia, gestisco il sito ufficiale in italiano del filosofo francese Maurice Bellet. Ho collaborato con l'Opera Omnia in italiano di Raimon Panikkar. Sono redattore della rivista online «Filosofia e nuovi sentieri» e membro dell'associazione di scrittori «NapoliNoir». Ho pubblicato in volume i saggi: – Scienza e paranormale nel pensiero di Rupert Sheldrake (Progedit, 2020); – Ivan Illich. Il mondo a misura d'uomo (Pazzini, 2018); – La verità cammina con noi. Introduzione alla filosofia e alla scienza dell'umano di Maurice Bellet (Il Prato, 2014); – Le cose si toccano. Raimon Panikkar e le scienze moderne (Diabasis, 2011) e 5 libri di narrativa noir: – Troppa verità (2021), romanzo noir di Bertoni editore (2021); – L'albergo o del delitto perfetto (2020), sulla manipolazione affettiva e la violenza di genere, edito da Iacobelli; – L'abiezione (2018) e L'intransigenza (2015), romanzi della collana "I gialli del Dio perverso", edita da Il Prato, ispirati alla teologia di Maurice Bellet; – C'è un sole che si muore (Il Prato, 2016), antologia di racconti gialli e noir ambientati a Napoli (e dintorni), curata insieme a Diana Lama.