[display_podcast] (voce di SopraPensiero)

Non c’è modo migliore, per accrescere il patrimonio lessicale del bambino e incentivare le sue abilità narrative, che esercitarne il linguaggio facendolo sembrare un gioco. Anzi, un modo migliore c’è, spiega Anna Maria Venera nel suo Giochi e attività per l’arricchimento linguistico (ed. Erickson): esercitare il linguaggio del bambino proprio tramite il gioco. Nel volume vengono offerti 20 diversi giochi, per un totale di oltre 100 attività (realizzabili con il materiale allegato: 10 scenari, 20 gettoni smile, materiale iconografico per un totale di 444 carte, 276 tessere e 28 vignette, interamente illustrati a colori).
Basate su una ben precisa metodologia pedagogica e didattica (spiegata nella prima parte del volume), tutte le attività proposte sono in linea con le più recenti indicazioni ministeriali e sono suscettibili di adattamento al tipo di classe coinvolta.


Anna Maria Venera, Giochi e attività per l’arricchimento linguistico. Sviluppare le competenze lessicali, semantiche, narrative e descrittive nella scuola primaria, ed. Erickson, 2013, pp. 140, euro 21.

Articolo precedenteOllip e il grande inceneritore
Articolo successivoStudenti nel paese dei balocchi. La scuola italiana in un libro di Paolo Mazzocchini
Laureato in scienze dell'informazione e in filosofia, gestisco il sito ufficiale in italiano del filosofo francese Maurice Bellet. Ho collaborato con l'Opera Omnia in italiano di Raimon Panikkar. Sono redattore della rivista online «Filosofia e nuovi sentieri» e membro dell'associazione di scrittori «NapoliNoir». Ho pubblicato in volume i saggi: – Scienza e paranormale nel pensiero di Rupert Sheldrake (Progedit, 2020); – Ivan Illich. Il mondo a misura d'uomo (Pazzini, 2018); – La verità cammina con noi. Introduzione alla filosofia e alla scienza dell'umano di Maurice Bellet (Il Prato, 2014); – Le cose si toccano. Raimon Panikkar e le scienze moderne (Diabasis, 2011) e 5 libri di narrativa noir: – Troppa verità (2021), romanzo noir di Bertoni editore (2021); – L'albergo o del delitto perfetto (2020), sulla manipolazione affettiva e la violenza di genere, edito da Iacobelli; – L'abiezione (2018) e L'intransigenza (2015), romanzi della collana "I gialli del Dio perverso", edita da Il Prato, ispirati alla teologia di Maurice Bellet; – C'è un sole che si muore (Il Prato, 2016), antologia di racconti gialli e noir ambientati a Napoli (e dintorni), curata insieme a Diana Lama.