Questo pubbliredazionale è offerto da binaryoptioneurope.com

Si sente sempre più spesso parlare di criptovalute, ma non è semplice comprendere di cosa si tratti. La criptovaluta più nota è Bitcoin, nata nel 2009, ma negli ultimi anni ne sono state realizzate molte altre, come ad esempio Litecoin, Peercoin, Quark, Dogecoin, Ethereum. Chiaramente questo tipo di prodotto attira un numero sempre maggiore di investitori, questa è la motivazione principale per cui nascono nuove criptovalute ogni pochi mesi. Ma che cos’è una criptovaluta? Cerchiamo di comprenderlo.

Cosa sono le criptovalute

Una criptovaluta è una moneta non esistente nella realtà fisica, ma gestita in modo del tutto virtuale. Si basa principalmente sulla crittografia, che consente di effettuare transazioni e di creare nuova moneta. La gestione di una criptovaluta non avviene tramite una banca centrale, come invece si verifica per le valute con corso legale, ma tramite una gestione peer-to-peer. In pratica chiunque possieda una o più monete virtuali è tenuto ad offrire l’hardware necessario per il mantenimento del sistema. Il primo inventore di criptovaluta è conosciuto con il nome di Satoshi Nakamoto, uno pseudonimo che nasconde un team di persone che dichiarano di ispirarsi a principi egualitari. Le criptovalute in genere sono generate periodicamente e in modo casuale; chi partecipa al sistema di gestione ottiene una certa quantità randomico di criptovaluta, con una data periodicità.

Come si usano le criptovalute

Inizialmente le criptovalute erano utilizzate solo per effettuare acquisti e pagamenti. La prima transazione in criptovaluta, nello specifico bitcoin, è avvenuta nel 2010. Oggi sono disponibili più di 30 criptovalute, scambiate e utilizzate in tutto il mondo tramite la rete internet. Nella maggior parte dei casi però le criptovalute oggi sono usate per investimenti. Il particolare metodo di gestione infatti ha permesso a queste valute di aumentare vertiginosamente il loro valore in un tempo minimo. Inizialmente un bitcoin valeva pochissimo, il primo acquirente che ha usato i bitcoin ha speso 10.000 monete per acquistare una pizza. Oggi un singolo bitcoin vale più di mille dollari, con un aumento di valore che ha dell’incredibile.

Come investire in bitcoin

Non è così facile acquistare dei bitcoin, perché il sistema prevede la partecipazione alla gestione della valuta in modo peer-to-peer. Chi vuole investire in criptovaluta può però farlo tramite il trading online. Anche se la gran parte delle criptovalute hanno avuto un trend costante al rialzo, negli ultimi mesi si sono avuti scossoni importanti anche al ribasso. Inoltre non è così’ facile prevedere il valore di una singola criptovaluta nel corso della giornata.