Diventa redattore

Collaborare con Pagina Tre in qualità di redattore volontario è semplice; basta:

  1. registrarsi su questo sito, indicando anche nome e cognome (gli articoli devono essere firmati con nome e cognome, senza uso di pseudonimi). Leggi a proposito come Pagina Tre tutela la tua privacy;
  2. scriverci (compilando il questionario disponibile nella pagina Contatti) specificando che tipo di collaborazione si offre: elaborazione di illustrazioni / fotografie, redazione di articoli, commenti agli articoli pubblicati, gestione tecnica di questo sito Internet, ecc.;
  3. registrarsi alla “mailing-list” della redazione di Pagina Tre: https://it.groups.yahoo.com/neo/groups/paginatre-r/info;
  4. leggere la mini-guida per i redattori visibile più in basso.

Tutto qui. Nel giro di qualche giorno, se tutto OK, si viene abilitati alla scrittura. Nota: questa procedura non garantisce l’inserimento tra i redattori di Pagina Tre, l’ammissione resta a discrezione del comitato di redazione.

Per i tuoi articoli puoi scegliere qualsiasi argomento di natura culturale. Pagina Tre ha già svariate rubriche (musica, teatro, cinema, ecc.), ma se vuoi proporne di nuove, puoi farlo tramite la “mailing-list” della redazione (vedi sopra). Ricordiamo infine che Pagina Tre è un esperimento, e che i redattori sono volontari non retribuiti.

Per le riviste

Se sei il responsabile di un blog o di una rivista online segnalaci la tua pubblicazione. Stiamo costruendo una rete di pubblicazioni (vedi elenco sotto, “Network”) che condividono l’ambizione di rendere la cultura più accessibile.

Le pubblicazioni che partecipano al network possono pubblicare sulla propria rivista gli articoli delle altre testate, e viceversa. Il vantaggio per chi pubblica, è di arricchire con poco sforzo la propria rivista; il vantaggio per chi viene pubblicato è di vedere circolare maggiormente il proprio lavoro (ovviamente quando un articolo viene ripreso da altre testate deve essere accompagnato da esplicite diciture e link che indicano la fonte e l’autore).

Per la massima flessibilità, alle riviste che partecipano al network è consentito bloccare alcuni articoli (o intere rubriche), come pure scegliere di concedere la ridistribuzione dei propri articoli a tutte le riviste del network o solo ad alcune.

Per segnalarci la tua testata scrivici tramite la pagina Contatti.

Network

Fanno attualmente parte del network di pubblicazione che condividono i contenuti:

Istruzioni sul network (accesso riservato alla redazione).

Mini-guida per i redattori

Una volta ottenute le tue credenziali, puoi scrivere nuovi articoli usando la nostra piattaforma WordPress. Si accede a questo indirizzo: https://www.paginatre.it/online/wp-admin/, usando le credenziali ricevute in fase di registrazione.

I redattori di Pagina Tre sono gentilmente invitati a fare riferimento a queste semplici convenzioni editoriali:

Maiuscole

Non scrivere i titoli con le sole MAIUSCOLE.

“More”

tag Continua a leggereRicordarsi di inserire l’interruzione di pagina (tramite il bottone “Continua a leggere”; vedi icona a lato) dopo 15-20 righe dall’inizio dell’articolo. Collocalo a fine capoverso, è dove il testo si interromperà.

Redazionali (o pubbliredazionali)

è possibile pubblicare pubbliredazionali (articoli pubblicitari) su Pagina Tre. Ecco le semplici istruzioni per i redazionali.

Lascia stare le madri…

Associare gli articoli solo alle rubriche figlie. Ad esempio, su Pagine Tre abbiamo la rubrica madre “Libri” e le sue rubriche figlie “Recensioni libri” e “Segnalazioni libri”. Una recensione va inserita solo nella rubrica “Recensioni libri” (non va dunque inserita anche in “Libri”).

Abbasso (in basso) i link

Ridurre al minimo (o eliminare del tutto) i link nel corpo degli articoli. Distraggono dalla lettura. Eventuali link indispensabili vanno inseriti in coda all’articolo.

Attenti a Word

Evitare i copia e incolla diretti da Word o altri elaboratori di testi. Usare invece le funzioni di WordPress “Incolla testo puro”, o in alternativa incollare prima il testo in elaboratori semplici – come “Blocco note” fornito con Windows o “TextEdit” con il Mac – così da ripulire il testo dalle informazioni tipografiche extra (che possono compromettere la leggibilità dell’articolo o, nel migliore dei casi, renderlo tipograficamente difforme). Prima di pubblicare passa dalla vista “Visuale” alla vista “Testo” (linguette in alto a destra dell’editor). La vista testo è quella con il codice HTML. Se vedi comandi strani, tipo <span>, <font>, ecc. il testo non è pulito. Cancellalo e ripeti la procedura seguendo i consigli illustrati qui sopra.

Una “immagine (in evidenza)” vale più di mille parole…

L’attenzione dei lettori si cattura con un titolo sintetico e con una illustrazione significativa (gli articoli con almeno una illustrazione sono molto più letti di quelli che ne sono privi). Il sito Pagina Tre punta molto sulle immagini, impostane una come “Immagine in evidenza” (riquadro visibile sulla colonna destra dell’editor). E’ fortemente consigliato che l’immagine in evidenza abbia uno sviluppo orizzontale, con un rapporto indicativamente 2:1 (es. se larga 1.000 pixel deve essere alta 500 pixel).

le immagini in evidenza devono avere sviluppo orizzontale

E’ bene che le immagini rispettino i seguenti requisiti:

  • almeno 1.000 pixel di larghezza (ingranditela con un programma di grafica se non disponete di immagini così grandi);
  • libere da copyright o comunque con licenza che ne consenta l’uso (es. la copertina di un libro, se se ne sta scrivendo la recensione);
  • coerenti con il contenuto dell’articolo.

PiconionSe non avete un programma di grafica, Piconion.com è un editor che funziona all’interno del browser, quindi non occorre installare nulla. Le funzionalità di base, più che sufficienti per i nostri scopi, sono offerte a titolo gratuito.

Un altro editor che funziona via Web, senza installare nulla, è Birme.net.

Immagini libere da copyright si possono trovare su:

L’immagine in evidenza, che è quella che compare sulla testata dell’articolo, non va confusa con eventuali immagini inserite nel corpo dell’articolo. Per le quali valgono regole diverse. Vedi qui di seguito.

Ancora sulle immagini

Quando si pubblica una immagine all’interno di un articolo (quindi non come immagine in evidenza), si è gentilmente pregati di osservare le seguenti convenzioni:

  • la dimensione scelta deve essere “miniatura” o “media” (solo raramente si usano dimensioni maggiori). Volendo si può lasciare il link che WordPress crea automaticamente alla versione ingrandita della stessa immagine, quando utile (ad esempio per valorizzare la copertina di un libro, offrendone un ingrandimento tramite link);
  • collocare l’immagine all’inizio di un capoverso. Non tra una parola e l’altra di un capoverso (per i non tecnici: prima di inserire l’immagine, posizionare il cursore all’inizio di un capoverso);
  • impostare l’allineamento dell’immagine a sinistra o a destra (meglio a destra), a meno che non si stia inserendo una immagine che deve essere pubblicata grande. In tal caso, va collocata a centro pagina, in una riga isolata. Notare che raramente serve pubblicare immagini grandi;
  • inserire un titolo significativo per l’immagine (equivalente al tag “alt” dell’HTML). Sarà utile sia ai non vedenti per capire di che si tratta, sia ai motori di ricerca. Un buon titolo per la copertina del libro X è, banalmente, “Copertina del libro X”.

anonimoGravatar

Pagina Tre, come tutti i siti basati su WordPress, è compatibile con i profili utente di Gravatar. Uno dei vantaggi è che è possibile associare a ciascun proprio articolo una piccola fotografia. Ciò rende i redattori meno anonimi, e più efficace il legame con i lettori di Pagina Tre. Crearsi un proprio profilo Gravatar è facile, è gratuito e richiede solo un paio di minuti. Ecco la procedura:

  • collegati al sito http://it.gravatar.com/;
  • registrati fornendo la stessa email che hai usato per registrarti su Pagina Tre;
  • carica una tua foto. Meglio se quadrata e con il volto in primissimo piano (la foto verrà pubblicata molto piccola, perciò per distinguere qualcosa è necessario che il volto sia ben visibile);
  • associa la foto caricata al tuo indirizzo e-mail (o ai tuoi indirizzi e-mail se ne hai più di uno).
  • Affinché le modifiche abbiano effetto (ad esempio che tu veda la tua foto associata ai tuoi articoli) può occorrere qualche minuto.