[display_podcast] (voce di Luca Grandelis)

Nel campo, la vita notturna era diventata assai banale, tutti gli attori della missione si ritrovavano al bar, e lì gli avvenimenti della giornata venivano narrati e commentati. I militari raccontavano i loro turni di guardia al pozzo, i vai e vieni per consegnare gli aiuti per le popolazioni nomadi e le scorte che facevano ai medici quando questi andavano a curare i malati non trasportabili. Anche i medici e gli infermieri si ritrovavano al bar la sera dopo il lavoro, ed anche loro discutevano dei problemi del giorno così come i trivellatori e i loro addetti. Quella sera però, sulle bocche di tutti, vi era un unico tema di discussionetutti si chiedevano chi fosse la donna che il geologo Agnetta si era portato dietro.

Carlo Agnetta, geologo, si trova nel cuore dell’Africa nell’ambito di una missione italo-francese, alla ricerca dell’acqua potabile per le popolazioni del luogo. Ampiamente autobiografico, come tutte le opere prime (difficile non scorgere l’autore dietro al ritratto del protagonista che si addormenta a notte fonda con la luce accesa e un libro fra le mani), questo romanzo si snoda fra le novità dei luoghi – con il loro fascino e le loro ombre – le difficoltà dello scavo e il rapporto con la bellissima e pericolosa Loredana, abituata a vincere sempre, soprattutto in amore. Ristampa 2011 per le Edizioni Montedit.

Calogero Galletta nasce in Francia il 7 settembre 1968. Si laurea in geologia nel 1993 all’Università di Palermo e ottiene un master in prospezioni e sfruttamento minerario in Francia nel 1994. Geologo specializzato nella valorizzazione delle risorse del sottosuolo, inizia la sua carriera in Costa d’Avorio in una miniera d’oro governativa. Sposato e padre di due bambini, oggi lavora in Lussemburgo in una banca internazionale e continua a coltivare la sua passione per la geologia nei suoi libri e negli articoli pubblicati sul sito della Treccani.


C. Galletta, Carlo Agnetta, geologo, ed. Montedit, 2004-2011, pp. 200, euro 11,50.

Articolo precedenteEssere padre oggi. Tre libri Erickson della collana «Capire con il cuore»
Articolo successivoLa parrucca di Newton, romanzo storico di Jean-Pierre Luminet
Laureato in scienze dell'informazione e in filosofia, gestisco il sito ufficiale in italiano del filosofo francese Maurice Bellet. Ho collaborato con l'Opera Omnia in italiano di Raimon Panikkar. Sono redattore della rivista online «Filosofia e nuovi sentieri» e membro dell'associazione di scrittori «NapoliNoir». Ho pubblicato in volume i saggi: – Scienza e paranormale nel pensiero di Rupert Sheldrake (Progedit, 2020); – Ivan Illich. Il mondo a misura d'uomo (Pazzini, 2018); – La verità cammina con noi. Introduzione alla filosofia e alla scienza dell'umano di Maurice Bellet (Il Prato, 2014); – Le cose si toccano. Raimon Panikkar e le scienze moderne (Diabasis, 2011) e 5 libri di narrativa noir: – Troppa verità (2021), romanzo noir di Bertoni editore (2021); – L'albergo o del delitto perfetto (2020), sulla manipolazione affettiva e la violenza di genere, edito da Iacobelli; – L'abiezione (2018) e L'intransigenza (2015), romanzi della collana "I gialli del Dio perverso", edita da Il Prato, ispirati alla teologia di Maurice Bellet; – C'è un sole che si muore (Il Prato, 2016), antologia di racconti gialli e noir ambientati a Napoli (e dintorni), curata insieme a Diana Lama.