(voce di SopraPensiero)

 

Riceviamo e volentieri pubblichiamo questa segnalazione.

Ho deciso di scrivere questo breve libro per la mia piccola Michelle, se un giorno dovesse succedermi qualcosa di spiacevole ho creduto giusto che lei conoscesse la verità.

Tante cose molto strane sono state dette dalla piccola quando era poco più che in fasce, e per conservarne memoria le scrissi sempre in un semplice taccuino da cantiere… ma quel taccuino stava per esplodere… e anche io.

L’autore

Bestemmiavo continuamente... poi mi apparve GesùL’Autore, ateo convinto, immerso in una vita dissoluta e viziosa, senza freni e senza meta, priva di un senso diverso dall’appagamento momentaneo, si trova improvvisamente a vivere delle situazioni estremamente straordinarie immerse nella vita ordinaria.

È il modo di agire del Padre, che ha un suo disegno d’amore anche per il più perverso e irrecuperabile dei suoi figli: lo cerca, lo chiama in mille modi per attiralo a Sé, sempre con dolcezza, senza mai obbligarlo a credere ma dandogli segni, tanti e anche chiari, lasciandogli il libero arbitrio.

Così, nolente o volente, l’autore che era bestemmiatore, si lascia plasmare dalla forza delicata di Dio.

Un libro per l’ateo, per il giovane sviato o confuso dalle “promesse di felicità” che la nostra società di false mete propone, per chi è arrabbiato con la Chiesa e ha bisogno di scoprire la verità oscurata dal mondo moderno in mano al falso dio denaro.

Ma anche per chi voglia sorridere un pò e per chi era da sempre in ricerca di qualcosa senza sapere esattamente di che si trattasse.

Lettere dei lettori

LETTERA DI SR. MARIA (di RADIO MARIA) ALL’AUTORE:

Caro Gianluigi, pace e bene!
Grazie per il tuo bel libro che ho letto di un fiato. Gesù ti ha voluto strappare dal male e riportare al suo Cuore (Gloria a Dio). Vai avanti con fiducia e gioia e AMA Gesù e FALLO CONOSCERE. Il libro è una bella testimonianza farà del bene alle anime. Con affetto e gratitudine. Sr. Maria Goretti

LETTERA DI UN LETTORE ALL’AUTORE TRAMITE FACEBOOK:

Ciao Gianluigi.
Intanto grazie per aver accettato la mia richiesta.
Noi non ci conosciamo ma volevo dirti che ho letto il tuo libro e sono rimasto molto colpito da quello che ti è successo.
Ho pianto mentre leggevo, specialmente in alcuni passaggi del libro. Ho pianto perché mi sono specchiato molto in quello che hai vissuto. Anche io, come te, non facevo una vita spiritualmente e umanamente da elogiare, ma in maggio (con la scomparsa di mio figlio Emanuele a soli 16 anni) mi sono avvicinato a Gesù e allo Spirito Santo.
Oggi nei momenti di sconforto più esasperante, grazie alla preghiera, a volte vengo pervaso dal profumo che usava mio figlio e credimi che a quel punto trovo speranza e mi do’ forza. Volevo condividere con te una cosa, durante la lettura dell’Ave Maria in latino scritta sul tuo libro la stanza è stata circondata da un profumo di fiori.
Avrei tante cose da raccontare, fatti che intercedono con Gesù e Emanuele.
Cose che condivido con la mia famiglia.
Anch’io, come te, sono andato di corsa a comprare un Vangelo.
Scusami se ti ho rubato del tempo ma volevo farti sapere che nella mia vita, dopo una tragedia così grande, è grazie a Gesù e allo Spirito Santo che stiamo trovando la forza per andare avanti. E’ per opera Sua che riesco a percepire, anche se non sempre, la presenza di mio figlio.

LETTERA DI UN LETTORE ALL’AUTORE:

… che dire… Ho letto la tua testimonianza in quasi 4 ore… Ho pianto: ed ho sorriso nello stesso tempo… ed ho ringraziato Gesù perché nulla succede a caso… Grazie di tutto cuore per averci lasciato questa perla e di averci fatto comprendere attraverso i tuoi gesti e il tuo sentire che non siamo mai soli… Che tutto ciò generi amore e armonia nelle vite di tutti… A presto… M.

LETTERA DI UN LETTORE ALL’AUTORE:

Caro Gianluigi,
seppure ho avuto la volontà di comprare diversi libretti della tua meravigliosa esperienza (unica e bellissima), da regalare, solo ieri e oggi mi sono soffermato a leggere il tuo libro… Ti ritengo una persona molto fortunata, toccata dal Signore, pagherei oro pervivere un’esperienza del genere. Essendo cristiano cattolico, purtroppo non frequentante solo per impegni e un po’ per svogliatezza, essendo uno che odia le bestemmie ma di certo non conduce una vita retta e regolare, seppur pregando ogni notte prima di dormire e avendo frequentato le elementari dalle Suore e ricevuto un’educazione cattolica, sono lontano dal provare sensazioni ed emozioni come le tue con la preghiera. Questo mi fa capire che sono ancora lontano dall’essere vicino a Dio ma anche che solo con la preghiera e la costanza mi posso avvicinare ad esso e stare bene in tutti i sensi… Prego per la mia bambina, per i miei cari che non ci sono più e per tanti altri motivi, non è Dio sordo ma sono io sicuramente ancora non all’altezza di farmi sentire. Volevo dirti che hai scritto delle cose molto belle ed importanti, farti i complimenti ed augurarmi di avere anch’io delle esperienze simili. Ci tenevo solo a dirti queste poche cose per me importanti. Scusa l’oario. Un saluto. T.

Il libro

Bestemmiavo continuamente… poi mi apparve Gesù
di Gianluigi Sio
ISBN 978 88 97420 613

Video

Guarda un passaggio de Le Iene dedicato al libro:

Video delle Iene