Home Autori Articoli di randazzovincenzo

randazzovincenzo

0 ARTICOLI 0 Commenti
Enzo Randazzo Note Critico - Biografiche AUTORE, REGISTA TEATRALE, SAGGISTA, CONFERENZIERE, COMMEDIOGRAFO, POETA, E ROMANZIERE è il creatore del Premio Internazionale Navarro, di cui ha curato 8 edizioni. Così ama raccontare di sé/ presentarsi: Scrivere mi è sempre piaciuto. Quasi quanto leggere. Ho sempre letto dovunque ed in qualunque momento. Da piccolo leggevo intere giornate, disteso sotto un albero di noce, a Pandolfina, o sul pianerottolo antistante al portone, tra i muli che salivano e scendevano nella strada acciottolata. Ho continuato e continuo a leggere in luoghi, contesti e situazioni impensabili: treni, autobus, toilette, conferenze noiose, corsi di aggiornamento, interrogazioni ripetitive di alunni. Mio padre mi ha iniziato all'amore per i libri e lo studio. (...)Quando, al tramonto, tornava dalla campagna, io gli correvo incontro ad aiutarlo a scaricare gli attrezzi dal mulo. ( [...])Prima di uscire, però, già a quattro-cinque anni, mi assegnava i compiti: letture di fiabe, problemi, divisioni a tre e quattro cifre che mi facevano impazzire. Aspettavo il suo rientro per la correzione ed andavo a letto gratificato da una sua carezza o da un suo sorriso( [...]) La mia prima biblioteca si chiamava Salvatore Caruso. Era un contadino piccolo e rotondo. Senza figli e grande lavoratore, investiva tutto ciò che poteva in libri. In cucina, in una vecchia credenza sgangherata, nascondeva tesori inestimabili. Da lui ho avuto in prestito I Miserabili, Sangue Siciliano e persino la Divina Commedia illustrata dal Dorè.( [...]).Mia sorella Antonietta è stata l'altra grande tentatrice. Mancata studentessa, non aveva rinunciato a coltivare la sua passione per la lettura. Mia madre, invece, di questo mio amore per i libri e, più tardi, per la scuola era, nello stesso tempo, inorgoglita e preoccupata. ( [...])Leggere tanti buoni poeti e scrittori per chi ambisce a scrivere è terrificante: assaporare la grandezza altrui ti fa avvertire la tua pochezza e l'insufficienza dei tuoi mezzi. Devo essermi scoraggiato e depresso tante volte, perché sono stato mesi e mesi senza vergare una sola parola. Ma non ho mai smesso definitivamente il vizio. Anzi tra i vizi e le passioni della mia vita, che sono state sempre numerose, intense, ubriacanti e dispersive, scrivere è quello a cui sono rimasto più fedele. Docente di Lettere all'inizio della carriera, vince il concorso di Dirigente scolastico; nel 2014 riceve IL «PREMIO LEGALITÀ 2014» DELLA FONDAZIONE MILILLO PER LA PROMOZIONE DELLA CULTURA DELLA LEGALITÀ COME DIRIGENTE SCOLASTICO DELL' ISTITUTO «T. FAZELLO» di Sciacca Tredici le sue pubblicazioni, allo stato attuale. In questa sede voglio ricordare i suoi interessanti saggi su Emanuele Navarro della Miraglia, di cui, dopo Leonardo Sciascia, è il maggiore studioso e critico, insieme ai Prof. Natale Tedesco e Mario Strati. Tra i libri di maggiore risonanza le sua raccolta di poesie Petali di sole ed Un egizio triste, i suoi due romanzi in qualche modo più legati a Sambuca: Don Adalgiso e Fantasima Saracina e Sicilia my love. Molti suoi testi sono presenti in importanti antologie La Feltrinelli della Galleria di Milano ha ospitato Enzo Randazzo con il suo romanzo «Don Adalgiso e Fantasima Saracina», ambientato negli storici cortili saraceni di Zabut per aver sostenuto, attraverso la forza della parola il caos dato dall'affastellarsi delle immagini della storia salvandole dal non senso attraverso il pathos emotivo con cui vengono comunicate. ( Bruno Ganbacorta) «Audace, spregiudicato, vibrante e sorprendente. Una storia d'amore e di fede intensa e lacerante. Di paure e di amori. Di misteri e di avventure. Di rumori terrificanti e di risate a crepapelle. La vendetta di indomiti spiriti saraceni si concretizza in bramosie travolgenti, che sconquassano la fede dei giovani preti di un antico quartiere saraceno. Don Adalgiso e Fantasima saracina è un romanzo in cui i tremori più inconsci e profondi, le passioni più ossessive e turbinose si risolvono in rapidi mutamenti di scene ed in imprevedibili sviluppi. Cristiani e Saraceni intersecano le loro vite, e le vicende di ora si confondono con le storie di ieri, in un alternarsi di monologhi, dialoghi e riflessioni, che esaltano il piacere dell'autore nel valorizzare il linguaggio siciliano.» (Lando Buzzanca) Nella sua qualità di scrittore HA RICEVUTO DIVERSI PREMI LETTERARI: PREMIO TOLSTOJ, CASENTINO, BUFALINO, TROFEO ADRIATICO, SICILIA BEDDA; Nel 2014 la IV edizione di Sicilia my love,( con guida alla lettura di Gisella Mondino) E' STATa INSIGNITa DI NUMEROSI RICONOSCIMENTI: «LE CAMPANE DI BURGIO» con la seguente motivazione «La ricorrente interazione tra la dimensione del «reale» e quella mitologica, così come l' interscambio di ruolo tra lettore e personaggio, rendono l' opera estremamente particolare, ricca di colori, sfumature, regalando uno scenario della Sicilia unico ed affascinante. IL PREMIO INTERNAZIONALE SICILIA, CONFERITO DAL CENTRO STUDI EMPEDOCLE DI PALERMO con la seguente motivazione: «Espressione di forte maturità e di elegante felicità stilistica, contribuisce ad accendere i riflettori sulla rivisitazione della Sicilianità e della Sicilitudine aprendo prospettive e speranze di redimibilità e di sviluppo alla nostra Isola» NELLA CITTÀ DEI TEMPLI IL PREMIO «IL MANDORLO», COME LIBRO DELL'ANNO con la seguente motivazione : «La sua scrittura fa perno sulla bellezza dei costumi, l'armonia della vita e l'attenzione per la tradizione storico-culturale della nostra Isola» Sempre ad Agrigento, LA PRESTIGIOSA PERGAMENA PIRANDELLO «Per la caparbia, inattaccabile volontà di creare dimensioni artistiche, materiali e immateriali nel segno della crescita culturale del territorio siciliano» 1l 17 gennaio 2015 Sicilia my love è stato applaudito dal mondo accademico palermitano c/o la Sala Gialla di Palazzo dei Normanni di Palermo. A Febbraio Sicilia my love è stato inserito nella prestigiosa programmazione della storica Biblioteca comunale di Pisa con la seguente motivazione: « Il romanzo testimonia un legame che viene rinnovato tutt'oggi anche nella comune accoglienza di migliaia di profughi che arrivano da paesi in guerra, stremati dalla povertà o con regimi dittatoriali. Accoglienza che si manifesta nei gesti quotidiani del popolo siciliano, che molto spesso non trovato omologhi in altre parti d'Europa». Sicilia my love A MAGGIO 2015 È STATO SCELTO DALLA REGIONE PIEMONTE PER LO SPEED BOOK, AL SALONE DEL LIBRO DI TORINO, GUADAGNANDO IL SECONDO POSTO IN UNA SINGOLARE GARA TRA AUTORI. Agosto 2015 il PREMIO «MADE IN SICILIA» con la seguente motivazione:« Per l'instancabile forza poetica con cui racconta la Sicilia» NELL' AGOSTO 2015 SICILIA MY LOVE È STATO SELEZIONATO DAL GAL SICANI PER RACCONTARE LA SICILIA AD EXPO 2015-PRESSO IL CLUSTER BIOMEDITERRANEO. Ad oggi il suo Sicilia my love è stato presentato in 40 diverse location: circoli, caffè, scuole, Festival nazionali, programmi televisivi di testate nazionali. Al suo Sicilia my love sono stati dedicati menù enogastronomici e concorsi destinati alle Scuole di tutta Italia. Il 23 Aprile 2016 Sicilia my love è stato selezionato per la Giornata internazionale del Libro 2016 svoltasi a Palermo, in via dei Librai; il romanzo è stato presentato nella suggestiva Chiesa barocca di Nostra Signora de Soledad, alla presenza di tanti prestigiosi personalità della cultura palermitana Il 7 Maggio 2016 Sicilia my love ha inaugurato il MAGGIO DEI LIBRI, LA 6^ CAMPAGNA DI PROMOZIONE DELLA LETTURA VOLUTA DAL MINISTERO DELL'ISTRUZIONE, DELL'UNIVERSITÀ E DELLA RICERCA, SOTTO L'ALTO PATRONATO DEL PRESIDENTE DELLA REPUBBLICA E CON IL PATROCINIO DELLA COMMISSIONE NAZIONALE ITALIANA PER L'UNESCO, IL CUI MOTTO QUEST 'ANNO È : «SE SON LIBRI FIORIRANNO» . A lui hanno dedicato interviste e recensioni testate giornalistiche nazionali. Ad Aprile 2016, immediatamente dopo la proclamazione di Sambuca di Sicilia a Borgo dei Borghi 2016 Enzo Randazzo è stato dalla critica letteraria riconosciuto come lo scrittore del Borgo dei borghi perché «nelle sua poliedrica esperienza letteraria non manca di ricreare le atmosfere del paesaggio siciliano con i colori e i profumi di un tempo, vissuti con un'intensità emotiva tutta nuova e moderna. I cortili saraceni, le morbide colline, il Lago Arancio, le feste della tradizionale popolare, rivivono nelle opere di Enzo Randazzo non con nostalgia ma con la vivacità di chi, avendo a lungo viaggiato, si fa interprete del presente. (Paolo Ferrari, La Stampa) La sua produzione letteraria è presente nei cataloghi delle più importanti Biblioteche Nazionali. La scrittura di Enzo Randazzo è dotta ed evocativa. Un inno d'amore alla Sicilia e alla sua bellezza. (Simonetta Agnello Hornby)

Nessun Articolo da visualizzare