[display_podcast] (voce di Luca Grandelis)

«Non nevica più. I fiocchi di neve, sovrapposti l’uno all’altro, coprono con un velo la terra, formando una coltre bianca sulla quale i raggi del sole rifrangono un’abbagliante luce. Quasi ti dolgono gli occhi».

La storia d’amore tra la bella e giovane Alia – impacciata nel maneggiare i propri sentimenti – e l’affascinante Dioniso, iniziata il giorno di Natale, ci fa viaggiare attraverso le tradizioni, le aspettative, il sentire del popolo romeno.

Irina Turcanu nasce in Romania ventinove anni fa e si trasferisce, diciassettenne, in Italia. Laureata in Filosofia presso l’Università degli Studi di Milano, collabora con il giornale piacentino «La libertà».


Irina Turcanu, Alia, su un sentiero diverso, ed. Seneca, 2008, pp. 134, euro 15.

Articolo precedentePrima la pratica, poi la teoria. Intervista a Gianluca De Luca
Articolo successivoLa Casta dei Meta-Baroni: l’ultima perla di Alejandro Jodorowsky
Laureato in scienze dell'informazione e in filosofia, gestisco il sito ufficiale in italiano del filosofo francese Maurice Bellet. Ho collaborato con l'Opera Omnia in italiano di Raimon Panikkar. Sono redattore della rivista online «Filosofia e nuovi sentieri» e membro dell'associazione di scrittori «NapoliNoir». Ho pubblicato in volume i saggi: – Scienza e paranormale nel pensiero di Rupert Sheldrake (Progedit, 2020); – Ivan Illich. Il mondo a misura d'uomo (Pazzini, 2018); – La verità cammina con noi. Introduzione alla filosofia e alla scienza dell'umano di Maurice Bellet (Il Prato, 2014); – Le cose si toccano. Raimon Panikkar e le scienze moderne (Diabasis, 2011) e 5 libri di narrativa noir: – Troppa verità (2021), romanzo noir di Bertoni editore (2021); – L'albergo o del delitto perfetto (2020), sulla manipolazione affettiva e la violenza di genere, edito da Iacobelli; – L'abiezione (2018) e L'intransigenza (2015), romanzi della collana "I gialli del Dio perverso", edita da Il Prato, ispirati alla teologia di Maurice Bellet; – C'è un sole che si muore (Il Prato, 2016), antologia di racconti gialli e noir ambientati a Napoli (e dintorni), curata insieme a Diana Lama.