[display_podcast] (voce di SopraPensiero)

“movimENTI CULTURALI. Archivi, biblioteche, libri e musei. Attività e progetti di innovazione” (http://movimenti.ning.com/), nasce alla fine del 2008 come piattaforma di scambio di esperienze tra gli operatori che lavorano negli Enti e nei Servizi culturali laziali e come occasione di visibilità per progetti e iniziative culturali spesso poco note.

L’occasione è la «Festa degli archivi, biblioteche e musei del Lazio» promossa in quell’anno dall’Assessorato alla Cultura della Regione Lazio, che vede per la prima volta l’incontro a Roma di numerosi operatori, archivisti, bibliotecari, storici dell’arte, tecnici ed esperti che, ciascuno nel proprio ambito territoriale, tiene in vita progetti culturali preziosi per la comunità di riferimento.

La manifestazione si ripete anche l’anno successivo e poi viene abbandonata. Ma la rete di contatti e di rapporti attivata in quegli anni rimane attiva e forma la base per una comunità virtuale, destinata negli anni successivi ad allargarsi anche fuori dai confini regionali (e nazionali) e ad ampliare la sfera dei propri interessi.

Attualmente «movimENTI CULTURALI» conta 744 membri e si è trasformata in una sorta di bacheca condivisa che informa settimanalmente su iniziative con caratteristiche di innovazione e di interesse culturale e artistico che si svolgono in varie città italiane e straniere e che coinvolgono gli archivi, le biblioteche e i musei. Particolare attenzione, più recentemente, è stata rivolta anche al mondo dell’editoria, dell’architettura e della creazione artistica contemporanea.